SpicyLabDipreChicoMendez26Andrea Diprè di passaggio a Torino. Non ci vedevamo dalla fiera ErosPorto, a marzo, e volevo fargli un'intervista. Così ho afferrato al volo il suo cazzo.... pardon, ho preso al volo l'occasione, e ci siamo dati appuntamento al parco Chico Mendez a Torino, perchè so che gli piace chiacchierare all'aria aperta. HO portato con me anche due amiche, Luna Dark e Dana Santo, perchè è più divertente "passeggiare" in compagnia. 

Lui era in partenza per cap d'Adge con Max Felicitas, per poi tornare a Barcellona nella patria della libertà senza inibizioni. Ma Andrea sa che come sono una maga a fare le interviste, e una chia...chierata con me proprio non poteva lasciarsela sfuggire.

 

Pomeriggio infuocato. Anziani seduti ai tavolini del bar del parco a sorseggiate una bibita ghiacciata. Una coppia a passeggio. Un uomo accompagna il suo cane. Io, Luna e Dana sculettiamo sollevando la gonna. Diprè è di cattivo umore, quasi a lutto. Ha appreso che hanno chiuso e censurato il suo profilo Istagram. Quello con 208.000 follower aperto agli esordi della sua carriera da critico d'arte moderna. 

 

Così abbiamo pubblicamente manifestato contro la censura, il bigottismo e l'invidia, a sostegno della libertà di espressione e di una maggiore tolleranza nei confronti di comportamenti innocenti che danno gioia a chi li compie e non fanno del male a nessuno. Anzi, fanno tanto bene! Parola di Diprè, rapito nel turbine delle emozioni che gli abbiamo provocato, tra chiacchierata dissuasiva, sega con annesso stritolamento di testicoli, tramppling sull'erba (con e senza tacchi) e blowjob a tre con annesso cumshot di gruppo. 

 

 

CLICCA QUI E GUARDA TUTTO IL VIDEO GRATUITAMENTE

 

Perchè Andrea Diprè NON E' UN PORNOATTORE, è solo un uomo che ha capito il gusto della vita ed ha voglia di goderne ogni attimo con intensità. Ma soprattutto in sicurezza (è stato a Torino per ripetere, con cadenza mensile, il full test che effettuano tutti i professionisti dell'adult entertainment). 

 

Cumshot, stretta di mano, e la promessa di rivederci a settembre con un pò più di preavviso per fargli la festa. Ma meglio non programmare troppo. L'agenda degli impegni è il primo nemico della libertà!

Questo sito utilizza i cookie di terze parti. Utilizzando questo sito acconsenti al loro utilizzo.

Autorizzo
See details